mercoledì 31 marzo 2010

Sanità viterbese: meglio evitare toni trionfali, ancora tanto c'è da fare

Da alcuni media locali apprendo la notizia estremamente positiva che finalmente il reparto di Emodinamica dell'ospedale Belcolle di Viterbo funzionerà regolarmente 24 ore su 24 tutti i giorni dell'anno.
Riepilogando la vicenda, per chi la ignorasse o l'avesse dimenticata: lo scorso mese di Dicembre ci fu il decesso di un paziente, i cui familiari, prima della sua morte, avevano invano chiesto l'apertura in un giorno festivo del reparto di Emodinamica.
I responsabili del reparto negarono l'autorizzazione all'apertura, in quanto i giorni festivi non c'era la disponibilità del personale medico ed infermieristico specialistico.
I media locali e nazionali diedero grande risalto alla triste vicenda e anche il senatore Ignazio Marino intervenne in merito.
Anch'io scrissi un post il 27 dicembre '09 dal titolo "Viterbo, Ospedale Belcolle, Emodinamica: CHIUSO PER RIPOSO FESTIVO" http://giovannifonghiniunavocefuoridalcoro.blogspot.com/2009/12/viterbo-ospedale-belcolle-emodinamica.html .
Quindi, tornando ai giorni nostri, finalmente la sanità Viterbese dispone di un servizio, credo di alto livello, che funziona con maggiore efficienza rispetto all'orario "ridotto" dei mesi scorsi.
In ogni caso un decesso è avvenuto e anche se, come dicono i vertici della Asl tutto il possibile è stato fatto a prescindere dalla mancata apertura del reparto di Emodinamica in un giorno festivo, una vita umana che viene meno, quale che sia l'età dell'individuo che la perde, merita maggiore Rispetto e toni meno trionfalistici.
Secondo il mio modesto parere di cittadino e di grave malato cronico Viterbo e la sua provincia hanno oggi quel che avrebbero già dovuto avere ieri.
E non mi consola di certo il fatto - anzi mi fa indignare maggiormente - sapere che la mia provincia è la prima nel Lazio a disporre di tale servizio con orario h24 ogni giorno dell'anno, al di fuori delle mura della capitale.
Viterbo, 31 Marzo '10
Giovanni Fonghini

Nessun commento:

Posta un commento