martedì 25 settembre 2012

La Banda Bassotti e altro ancora

Ogni quotidiano ha la sua rubrica in cui un giornalista commenta i fatti principali di cui tutti parlano. Colto da delirio d'onnipotenza fingo di essere pure io un opinionista, attraverso alcuni miei recenti aggiornamenti di stato su Facebook.
1) la Banda Bassotti, domenica 23 settembre "Quando da piccolo leggevo Topolino non mi piacevano i componenti della Banda Bassotti perché erano ladri e io ero sempre dalla parte dei buoni e dei giusti. Poi crescendo li ho rivalutati, in fondo sono simpatici e sfortunati, sempre sconfitti da Paperone. Certi ladri invece che affollano la politica di casa nostra non mi piacevano da piccolo e ancora meno mi piacciono oggi."
2) Alessandro Sallusti, sabato 22 settembre "Premetto che non nutro grande simpatia per Alessandro Sallusti, però mandarlo in carcere mi sembra una pena sproporzionata. In Italia non si manda in carcere neanche chi uccide degli innocenti guidando ubriaco e "fatto" di droghe."
3) Paolo Di Nella e Mario Zicchieri, venerdì 21 settembre "Pochi giorni fa avevano spaccato la targa dedicata a Paolo Di Nella, ieri quella dedicata a Mario Zicchieri. Entrambi erano giovani militanti missini del FdG uccisi per le loro idee. Sono purtroppo sicuro che se questi atti barbari fossero stati compiuti offendendo la memoria di giovani di altri schieramenti politici il baraccone dei grandi media avrebbe gridato allo scandalo e titolato "Attacco alla democrazia"."
4) fiducia nelle istituzioni, venerdì 21 settembre "Come si può ancora chiedere ai cittadini italiani di avere fiducia nelle istituzioni quando addirittura ieri sono stati sospesi i lavori del Senato perché non si trovava nessun vicepresidente a presiedere i lavori in aula?"
5) il MSI e le sedie volanti, martedì 18 settembre "Nel PdL non so come si regolano tra i vertici e i militanti, so soltanto che una vicenda Fiorito se fosse capitata nel MSI le sedie sarebbero volate come zanzare in uno stagno."
6) Fabbrica Italia, domenica 16 settembrePrima Passera, poi la Fornero, ora anche Fini: finalmente hanno capito il bluff di Marchionne sul progetto mai realizzato di "Fabbrica Italia". Ma gli operai della Fiat che già lavorano a turni ridotti e rischiano di perdere il loro lavoro lo avevano già capito da molto tempo. Negli anni '70 si diceva sovente che "il paese legale era distante dal paese reale". Se si usasse ancora questa espressione calzerebbe a pennello per questa vicenda."
7) il caro-benzina, sabato 15 settembre "Devo andare a fare una benzina. Un amico mi ha consigliato di portarmi appresso il cedolino dello stipendio; lì al distributore in pochi minuti ti preparano la pratica per chiedere la cessione del quinto, così si può fare anche il pieno."
8) il rottamatore Renzi, giovedì 13 settembre "Tutto 'sto cancan mediatico per Matteo Renzi il Rottamatore. Non era più semplice se si apriva una azienda di rottamazione auto?"
9) Lucio Battisti, domenica 9 settembre "Per molti anni, sin dall'infanzia, le note di Lucio Battisti mi hanno accompagnato in moltissimi momenti della vita. Una volta con un amico carissimo, che non c'è più, passammo gran parte della notte a casa sua ad ascoltare le sue canzoni per decidere quale fosse la più bella. Fummo incapaci di scegliere. Molti anni sono trascorsi da quel triste 9 settembre 1998, ma le sue canzoni continuano ad emozionarmi. Ciao Lucio."
10) 8 settembre 1943, sabato 8 settembre "Se esistesse un calendario civile delle ricorrenze negative di una nazione in quello dell'Italia non potrebbe mancare la data dell'8 settembre. Io sono tra quelli che ancora pensano che l'8 settembre 1943 rappresentò la "morte della patria". "
Giovanni Fonghini

Nessun commento:

Posta un commento